Skip to content

RESEARCHKOLLEKTIVET.INFO

Annoiarsi? Abbiamo un sacco di cose da intrattenere! Il nostro sito è pieno di giochi, film e persino canzoni mp3.

CONDENSATORI AMPLIFICATORE SCARICA


    Come scaricare i condensatori in Amplificatori Ogni volta che si lavora sulla circuiteria elettronica di un amplificatore, è importante prendere precauzioni. Mi capita spesso di mettere mano su dispositivi con alimentatori switching e relativi condensatori da V, oltre che su amplificatori di potenza. Primo consiglio: non scaricare mai i condensatori con le dita, ne ho toccato . Quindi è possibile che, avendo scollegato l'amplificatore dalla. Salve vorrei sapere un buon modo per scaricare i condensatori elettrotici da volt che si trovano negli ampli a valvole, fino ad oggi usavo. Come Scaricare un Condensatore. I condensatori si trovano in moltissimi dispositivi elettrici e parti di apparecchiature elettroniche. Essi immagazzinano.

    Nome: condensatori amplificatore
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file:60.36 MB

    CONDENSATORI AMPLIFICATORE SCARICA

    Pagina 1 di 2 1 2 Ultima Vai alla pagina: Risultati da 1 a 10 di Auto Orientali: Giapponesi, Coreane Discussione: caricare il condensatore. Altrimenti la procedura standard è utilizzare una resistenza o al massimo una lampadina da interporre tra il cavo di alimentazione e il polo del condensatore.

    Ad esempio se hai messo un fusibile sul cavo positivo che va al condensatore, prima di attaccare il fusibile, metti al posto di quest'utlimo, la resistenza che ti viene fornita al momento dell'acquisto, o comunque una qualsiasi resistenza anche una lampadina 12V se vuoi.

    Vedrai che il condensatore inizierà la procedura di carica indicata con dei lampeggiamenti dei led, delle lucine, o non so, dipende dal condensatore ad ogni modo dopo pochi secondi dipende dalla capacità del condensatore e dalla reistenza dovrebbe essere carico e riceveresti il segnale di carica Spero si sia capito il procedimento, ad ogni modo l'importante è che interponi una qualsiasi resitenza, altrimenti c'è il rischio che ti fa il botto Re: caricare il condensatore a me mi hanno parlato di 10 ore di carica Re: caricare il condensatore.

    Se hai 2 tempi diversi vuol dire che lo scarichi non nello stesso modo come lo carichi.

    Generatore Cockcroft-Walton - Wikipedia

    Ciao Uwe. Da una prova sperimentale con l'oscilloscopio ho notato che quello che dici che poi è la teoria che conoscevo anch'io, è valida per i ceramici ma non per gli elettrolitici. Descrivi meglio come esegui questi esperimenti. Quote from: flz on May 13, , pm. Ho svolto gli esperimenti con: alimentatore stabilizzato tensione: 3 volt , oscilloscopio impedenza sonde 1M ohm , breadboard, resistenza 90 ohm, condensatore sia 1uF sia 10 uF.

    Il circuito è il classico resistenza-condensatore, per la carica con condensatore scarico ho collegato il morsetto dell'alimentatore al circuito, per la scarica l'ho scollegato.

    Metti il condensatore col pin negativa a massa. Allora i che leggi non sono volt, ma l'indicazione di fuori portata del tester C3, rifai la misura dopo aver tolto il filo del pot a massa che ti ho descritto prima. Allora buone notizie! Inizia ad avere un senso Messo a posto il potenziometro ora funziona tutto come dovrebbe L'ampli suona.

    Ma è molto rumoroso. Se metto la chitarra sul Return invece è perfettamente silenzioso e suona pulitissimo.

    Avrei detto il contrario Quindi c'è qualche magagna sul pre Già che c'ero, ho dato una regolata al bias. Il plate voltage è a V.

    Ha 2 EL34 ma eroga solo 30W Hai fatto misure con oscilloscopio e generatore di funzioni o a orecchio? MI pare hai già messo i uF al posto dei 47uF giusto? E' che avendo 2 EL34 uno si aspetterebbe 50W Ho trovato anche uno schema dettagliato del solo pre: vai al link Vista di insieme: vai al link Dettaglio Finale: vai al link Dettaglio Pre Sx: vai al link Dettaglio Pre Dx: vai al link. Ciao Sono stato impegnato tutto pomeriggio e riesco a risponderti solo ora.

    Come scaricare i condensatori in Amplificatori

    Innanzitutto se non vuoi sentire in altoparlante il rumore mentre fai le prove puoi o lasciare il finale in standby e toglierlo solo quando devi verificare e è sparito oppure inserisci un jack nel return e lo togli quando ti serve sentire nello speaker. In entrambi i casi dovrai avere circa dai 24 ai 30Vcc 2 Poi misurerei la tensione di alimentazione del pre. Per misurarle devi mettere il puntale nero tester a massa e col punt. Pre dx, di fianco a dx dei due led rossi in basso.

    Se non hai una delle due tensioni è probabile che ci sia qualche corto e sarà da cercare. Ampli spento. Devi svitare tutti i bulloni dei pot e dei jack, sfili lo stampato e lo ribalti, verifica sui quei componenti che possono essere sollecitati meccanicamente ovvero jack e potenziometri che le saldature siano ok.

    Usa una lente e mentre verifichi muovi il componente. Sugli stampati di quegli anni, non a fori metallizzati, è un caso frequentissimo il reoforo del componente che tocca e non tocca lo stagno di saldatura. Piuttosto rifai le saldature di tutti i jack e tutti potenziometri.

    Una prova per verificare la loro efficienza è quella di premere quella linguettina con un cacciavitino e vedere se il difetto scompare. Mi sembra una modifica non di casa madre…. Anche questinon mi sembrano originali marshall. Mi sono accorto che il rumore c'è solo sul canale pulito. Mettendo il boost è quasi silenzioso in realtà il boost è leggermente rumoroso, ma di sua natura immagino. Ti spiego Su questo ampli quasi tutto fanno quello che chiamano "C13 Mod", si tratta in pratica di staccare un piedino del condensatore C Questo l'avevo fatto settimane fa, e migliora sensibilmente il canale pulito.

    I capucci neri a sinistra sono opera di qualcuno prima di me.

    In pratica tutti i cavi che andavano alle masse del trasformatore sono stati giuntati con questi cavi neri che hanno nel capuccio ognuno un fusibile Una cosa fastidiosa, che c'era anche prima Come se qualcosa vibrasse da qualche parte Intanto grazie veramente di cuore Ora goditelo!! Caso chiuso! Grazie ancora! Cavolo vicky Purtroppo non ho a disposizione oscilloscopi etc Sul send-return hai ragione, infatti devo già mettere un cavo altrimenti il segnala non passa o passa male Aggiornamenti via mail Newsletter a basso traffico: hot topic, novità, opportunità.

    Cerca Utente. Aggiornamento a Mac OS Catalina: compatibilità e problematiche. Beyond The Sound: laboratorio di suono e creatività. I dielettrici della Classe III vengono preparati per i condensatori ceramici a disco più economici e per quelli a tubo. Questa classe fornisce una elevata efficienza volumetrica, ma a scapito di una alta resistenza di leakage e di un alto fattore di dissipazione. I condensatori con i dielettrici della Classe III hanno tensioni di lavoro basse.

    Generalmente aumenti improvvisi di energia con bassi valori non hanno effetti negativi, al contrario quelli con alti valori possono avere effetti catastrofici. Nei condensatori elettrochimici a doppio strato, se la tensione è molto alta, il processo di elettrolisi decompone l'elettrolita.

    Se la pressione diventa troppo alta nel condensatore si possono creare delle crepe. Nei condensatori a film metallizzato correnti elevate possono causare il loro guasto per l'evaporazione della connessione tra la metallizzazione e la parte terminale del contatto. Anche i condensatori al tantalio si possono danneggiare, anzi si possono danneggiare in maniera definitiva in seguito ad un declassamento derating improprio di tensione, a tensioni inverse, a shock termici estremamente forti o a riscaldamenti dovuti ad una corrente di ripple eccessiva.

    I condensatori si possono danneggiare durante il trasporto e persino durante lo stoccaggio, in questo caso c'è un'alta probabilità che si possano guastare. Durante il trasporto dei componenti le scatole si possono danneggiare per una movimentazione poco accorta, per cadute accidentali, per i carrelli elevatori o soltanto perchè stoccati in maniera impropria.

    A causa degli eventi suddetti nei condensatori, all'interno delle scatole, i reofori si possono piegare e le distanze dei collegamenti possono andare fuori specifica, entrambi questi eventi sono dannosi.

    Un lungo stoccaggio causa una perdita di capacità nei condensatori ceramici e, in quelli ad alluminio, per lo strato di ossido di alluminio che si dissolve lentamente nell'elettrolita liquido, causa un aumento della corrente di leakage. I condensatori SMT ad alluminio su trovano nella parte alta della scheda durante il processo di saldatura e sono quindi esposti alle elevate temperature di questo processo. I condensatori possono essere danneggiati anche da un montaggio o maneggio sbagliato.

    I condensatori polarizzati, come quelli al tantalio e gli elettrolitici ad alluminio, necessitano di una particolare attenzione. Per esempio i condensatori ad alluminio sono solo a corrente continua, se venisse applicata una corrente alternata i risultati sarebbero catastrofici. In realtà un condensatore ideale non esiste, un condensatore reale è caratterizzato da componenti parassiti e comportamenti non ideali, sotto forma di elementi induttivi e resistivi, non linearità e memoria del dielettrico.

    Nella figura sottostante possiamo vedere un modello di un condensatore reale. Questo modello è utile per capire il comportamento di un condensatore in molte situazioni, ma ad ogni modo non mostra la dipendenza dei vari elementi dalla temperatura e dalla frequenza. Spieghiamo i vari componenti del modello. C è la capacità principale. RL è la resistenza di isolamento, responsabile del parametro leakage.

    Scarica di un condensatore

    In un condensatore ideale, la carica Q varia solo in conseguenza di una corrente che scorre esternamente. In un condensatore reale invece la resistenza di leakage consente alla carica Q di scaricarsi molto lentamente con un andamento determinato dalla costante di tempo R-C.

    Il leakage è un importante parametro nelle applicazioni di accoppiamento in corrente alternata, nelle applicazioni di stoccaggio, quali integratori analogici e sample-holds, e quando i condensatori vengono usati in circuiti ad alta impedenza.

    ESR resistenza in serie equivalente è generalmente costituita da tre componenti: i reofori, la resistenza dell'elettrodo e la perdita del dielettrico. A causa della ESR il condensatore dissipa potenza e quindi ha delle perdite quando sono in gioco correnti alternate elevate. ESL induttanza in serie equivalente è un valore di induttanza che rappresenta le induttanze distribuite, associate ad un condensatore reale. Il condensatore ceramico monolitico è una scelta appropriata per il disaccoppiamento alle alte frequenze in quanto ha una induttanza in serie veramente bassa.

    E' costituito di un sandwich multistrato di film metallici e dielettrico ceramico e i film sono collegati in parallelo ai bus-bar piuttosto che essere arrotolati in serie. DA assorbimento del dielettrico o memoria del condensatore è l'incapacità del condensatore a scaricarsi completamente, fino allo zero. Ti stimo tantissimo per la tua voglia di imparare.

    Ti posso dare un consiglio?

    Davvero ben trattato, ora manca soltanto un trattato sulla variazione delle capacità dei materiali in base alle frequenze.